Dalla mindfulness alla consapevolezza di sé attraverso un’esperienza emozionale

“Mentre inspiro, sono consapevole della tensione nel mio corpo.
Mentre espiro, lascio andare al tensione nel mio corpo.
Mentre inspiro, rassereno la mia agitazione…”
(Thich Nhat Hanh, La pace è ogni passo)

Da un’emozionante esperienza vissuta:

È molto difficile rimanere assorti nella consapevolezza di noi stessi, si inizia tesi poi seguendo la voce conduttrice si riesce a tratti ma spesso il pensiero va altrove come calamitato dalle esigenze che richiamano la nostra attenzione. È quella voce ferma, rassicurante che riporta sull’esercizio del respiro e dopo alcuni minuti va meglio: occhi chiusi, respiro più profondo e quando l’attenzione sembra tornare su ció che ci vuole attivi la voce conduttrice ci ferma sull’accettazione di ció che siamo. Siamo esseri viventi intelligenti, nonostante le nostre paure, quanta positività in tutto questo! Come si può non considerarlo e lasciarsi assorbire tanta energia positiva dai pensieri! Si possono affrontare  con la consapevolezza di potersi fermare in un lungo respiro. La voce conduce alla fine di questa esperienza emozionale: bisognerebbe fermare i pensieri ad occhi chiusi e invece si pensa più del solito! Ma è solo un inizio di una nuova strada dove l’emozione più forte è poter percepire tutti i confini e tutte le potenzialità della propria persona. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...